Sguardi di Sicilia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mi piace “spiare” gli altri nel momento dell’incanto. Catturare quell’istante in cui le persone si isolano dal mondo, entrando in perfetta armonia con il “creato”. Capita spesso nei miei “pellegrinaggi” nella Trinacria – nome che mi piace attribuire ai Siculi che, secondo alcuni grandi studiosi di Sicilia, quando videro le meraviglie della nostra isola, rimasero tanto incantati da definirla con i termini sanscriti “Trna-Krjia”: Il Giardino del Creato -.
In questo gioco di foto e sguardi – tra me che immortalo altri, che guardano/immortalano altro – mi diverte notare che spesso, a loro insaputa, in questo cammino nello stupore le persone sono accompagnate da altri sguardi ancora, a volte severi ed a volte concilianti e misericordiosi… Così è bellissimo girare per Ortigia o Modica tra questi sguardi di “marmo”; sguardi così realistici e penetranti che se non fossero rivolti da Beati, Papi e Santi, provocherebbero in un siciliano per tutta risposta un sonoro “ma che minc..a guardi?”.
Insomma l’Isola di Sicilia è un luogo dove ancora anche “i grandi fanno oh”. Pensate poi  all’emozione di un bambino davanti allo Stromboli in eruzione o ai maestosi giganti Mata e Grifone, o coinvolti nelle storie dei Paladini Orlando e Rinaldo negli ormai rari Teatrini dei Pupi siciliani. Per non parlare del viaggio nel tempo, nel gioco e nella fantasia che si vivono all’interno del castello di Milazzo, là dove tra mura antiche, oggetti “strani” e Imago un Gigante-Kuntastorie riesce a far immergere grandi e piccini in una dimensione fatta di maschere, e racconti, e suoni. Ma questa è un’altra storia…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...